Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Raffaele De Grada

De Grada Raffaele

Milano 1885 / Milano 1957

Pittore
Biografia

da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Milano il 2 marzo 1885, mortovi il 10 aprile 1957. Figlio di pittore, col padre a dodici anni emigrò in Isvizzera. Dapprima frequentò la scuola d'Arte a Zurigo, poi l'Accademia di Karlsruhe in Germania e si completò da se', con l'assiduo studio del vero. Prima della guerra esordì a Zurigo ed alla Secessione di Monaco di Baviera, e partecipò all'Esposizione Internazionale di Bruxelles. Rientrò in Italia per arruolarsi nell'esercito e terminata la grande guerra rimase in Patria; prima a San Gimignano, poi a Firenze, infine a Milano. Alla Primaverile Fiorentina del 1922 prese parte con quattro opere, fra le quali "Sotto gli ulivi" e "Fine d'autunno". Partecipò a tutte le Biennali Veneziane dal 1920 al 1954. Alla seconda Biennale romana figurò con vari lavori: "San Gimignano", "Paesaggio sull'Arno"; alla prima Quadriennale inviò "Ponte degli Scopeti", ora nella Galleria d'Arte Moderna di Roma, e "Paesaggio", conservata in quella di Milano. Partecipò alla Biennale di Brera e alle esposizioni torinesi, e nel 1930 a Pittsburg espose tre opere, fra le quali "Dintorni di Firenze". Nel 1932 col quadro "Paesaggio di Versiglia", ora all'Accademia di Firenze, vinse il premio Ricci, e a Malta ordinò una mostra di 22 acquarelli (vedute maltesi) eseguiti per incarico di quell'Istituto di Cultura italiana. Nel 1954, alla Mostra degli Artisti d'Italia nell'ex palazzo reale di Milano, gli fu riservata un'intera sala. Seguirono due altre personali nella Galleria Gussoni di Milano (1955) e ne L'Annunciata, pure di Milano (1955). Alla XXIX Biennale veneziana del 1958 gli fu consacrata una mostra postuma; nel 1959 all'ex villa reale di Milano una postuma riassuntiva presentò 150 opere, tra oli, acquarelli e disegni. Ultimamente sue opere sono entrate nelle raccolte della Stathaus di Winterthur e nella Galleria di Ginevra. Partecipò alle mostre del Novecento Italiano in Italia e all'estero. Opere sue, oltre quelle nelle gallerie citate, si trovano nella "Loabe" di Berna e nel Museo di Mosca.

 

Bibliografia

A.M. Comanducci - Pittori italiani dell'Ottocento - Milano 1934
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni - II ediz. Milano 1945
A.M. Comanducci - Dizionario illustrato pittori e incisori italiani moderni e contemporanei - III ediz. Milano 1962

Thieme Becker  - Kunstlerlex - 1921

Catalogo Mostra commemorativa pittori soci, Permanente - Milano 1960

Schweiz - 1913   1914

Brun - Schweiz Kunstlerlex

Opere

Dintorni di San Gimignano - Pinacoteca Corrado Giaquinto di Bari

Strada a Querceta - Galleria d'Arte Moderna di Genova


Opere dell'autore Raffaele De Grada



 

Vuoi vendere un'opera di Raffaele De Grada?

 

Vuoi comprare un'opera di Raffaele De Grada?

 

utilizza l'apposito modulo di contatto qui sotto


Puoi caricare delle immagini da allegare al messaggio:

Seleziona immagine n.1
Seleziona immagine n.2
Seleziona immagine n.3