Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Clicca su Informativa cookies per approfondire.

Automobile sui Navigli, Milano

Solenghi Giuseppe (Milano 1879 / Cernobbio - Como 1944)

Tecnica: Olio su cartone
Misure: 17cm x 12.5cm

Opera firmata in basso a sinistra


Giuseppe Solenghi

Solenghi Giuseppe

Solenghi Giuseppe (Milano 1879 / Cernobbio - Como 1944)

Pittore, Miniaturista

Studia all'Accademia di Brera, dove è allievo di Cesare Tallone, Ernesto Bazzaro e Giuseppe Mentessi.
Dipinge oltre che ad olio anche ad acquarello e pastello, negli ultimi anni del '800 si dedica per alla miniatura, poi sempre più alla pittura di paesaggio e alla veduta urbana, suoi soggetti preferiti i panorami lombardi, principalmente gli scorci della "vecchia" Milano.
Ha lavorato anche come ritrattista, numerosi i cantanti del Teatro della Scala che solitamente raffigura nei panni del personaggio che portano in scena.
Partecipa alla Esposizione Nazionale d'Arte a Brera nel 1922 esponendovi il dipinto "Vita a Chioggia".

La Galleria Boito di Milano gli dedica nel 1947 un'ampia rassegna postuma.

 

 


da A. M. Comanducci ediz 1962
Nato a Milano il 3 maggio 1879 morto l'8 marzo 1944 a Cernobbio. Studiò all'Accademia di Brera, allievo di Cesare Tallone, Ernesto Bazzaro e Giuseppe Mentessi. Trattò principalmente il paesaggio, con particolare predilezione per gli acquitrini lombardi e per la Laguna di Chioggia, ed oltre al quadro ad olio dipinse anche all'acquarello ed a pastello. Ha eseguito numerosi ritratti di cantanti del Teatro alla Scala, nei costumi del personaggio da loro interpretato. Dopo la prima guerra europea partecipò alle Esposizioni e fu premiato nel 1921 a Genova, nel 1929 a Baveno, alla Mostra del Paesaggio (primo premio). Il signor Ambrogio Gerosa di Monza possiede molte sue opere, fra le quali: "Vita a Chioggia"; "Sartoria" (pastello); "Un autunno nel Parco di Monza"; "Un acquitrino lombardo", esposto a Brera nel 1926. Altri pregevoli lavori di questo artista sono: "Acquitrini lombardi", presentato nel 1920 a Brera e di proprietà dell'avv Pellegrini di Milano; "Alba" e "Chioggia", appartenenti alla famiglia Gandusio; "Scena della Manon, I atto", proprietà di Gilda della Rizza; "Via Vallone" appartenente al comm. Giacomo Fossati di Roma; "Rustici di montagna", proprietà del comm. Carlo Sacchi; "Pecorina ammalata"; "Naviglio Grande d'inverno"; "Alba sul Monte Rosa"; "Triste ritorno".
Alla Galleria d'Arte Moderna di Milano esiste "Mulino stanco".





 

Desideri ulteriori informazioni sull'opera "Automobile sui Navigli, Milano" di Giuseppe Solenghi?

Compila il modulo di contatto qui sotto


Per qualsiasi genere di informazioni puoi contattarci scrivendo alla nostra mail info@galleriarecta.it

Oppure puoi venirci a fare visita direttamente in galleria in via dei Coronari 140 - 00186 - Roma